top of page
  • samantalongo

Da domani mi metto a dieta....

Quante volte hai detto "Oggi mangio quello che voglio ma da domani mi metto a dieta?"Quante volte dopo pochi giorni o settimane dall'inizio di una dieta hai ricominciato a a mangiare in maniera errata?

Numerose persone iniziano un percorso nutrizionale con le migliori intenzioni, ma dopo un po’ non riescono più a fare la dieta e a trovare la giusta motivazione per dimagrire e stare meglio. Il motivo di ciò spesso è collegato ad una serie di pensieri sabotatori come:

- “So che non dovrei mangiarlo, ma non mi interessa, lo mangerò comunque”;

- “Va bene se mangio questo cibo solo per questa volta!”;

- “Ho avuto una giornata così dura! Mi merito di mangiare questa pietanza!”;

- “Non posso resistere a questo cibo!”;

- “Sono sconvolto, triste e disperato: devo mangiare”;

- “Ho mangiato qualcosa che non avrei dovuto. Posso anche saltare la mia dieta per il resto della giornata”;

- “È gratis”.

- “Non voglio continuare a stare a dieta, è troppo faticoso”;

- “Non perderò mai peso”;

- “Chiunque altro lo sta mangiando!”;

- “Sembra così buono”.

Per perdere peso con successo e mantenerlo è necessario imparare a gestire alcune situazioni come sentirsi sopraffatti dalle esigenze della propria dieta, sentirsi privati, sentirsi scoraggiati quando non si perde peso in modo coerente o non si perde tutto il peso che si sperava, sentirsi stressati da altri problemi della vita.

Molto spesso dietro alcuni insuccessi nel seguire la dieta si nasconde il fantasma della fame emotiva, che porta le persone a mangiare per fare tacere le emozioni sgradevoli; il bisogno di conforto e il conseguente impulso a mangiare porta il soggetto ad una sensazione di benessere e di appagamento che però è solo momentanea; visto che il cibo non risolve il problema alla base si avverte un senso di colpa per non essere in grado di far fronte ai problemi in modo costruttivo. Il senso di frustrazione che ne consegue fa riprecipitare la persona nel disagio iniziale: questa condizione favorisce la voglia di ritornare a mangiare scatenando così un circolo vizioso che getta il soggetto nell’impotenza più totale.

L’intervento psicologico permette di imparare a gestire tutte queste situazioni, consentendoci di accedere alle nostre emozioni e ai nostri bisogni più profondi, con il fine di recuperare l’equilibrio perso e ritrovare nuovamente il benessere.



84 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page